Domenica mattina con partenza verso le 7:45 da casa mia insieme a Simone, ci mettiamo in viaggio verso Pian di Novello, da lì alle 9:30 parte la nostra escursione, risaliamo la vecchia pista Beatrice costeggiandola sulla sinistra, il sentiero è praticamente non segnato difatti per evitare una parte di pista sbagliamo sentiero e allunghiamo leggermente il percorso e qui il gps ci ha dato una mano, la salita è dura la preferivo d'inverno con il freddo e le ciaspole ai piedi, il problema sono gli insetti anche se siamo sui 1500m è pieno di zanzare e danno parecchio fastidio, alle 10:45 usciamo definitivamente dalle faggete e siamo quasi sul crinale, alle 11:15 siamo sul crinale del Poggione, il sole si fa sentire, la strinata è assicurata anche oggi, per fortuna prima di arrivare sul crinale ci siamo rinfrescati ad una sorgente, arrivati in vetta facciamo una bella sosta per mangiare qualcosa, dopo poco intravediamo delle persone che salgono su, sono un gruppetto di pistoiesi che si fermeranno al Poggione per poi ritornare indietro per il solito sentiero, invece io e Simone tiriamo dritti fino al Lago Nero, sotto un sole tremendo proseguiamo l'escursione tutta sopra il crinale passando ai margini della riserva naturale orientata di Campolino (stupenda come al solito), facciamo un bel traverso che ho fatto con la neve proprio quest'anno con Cosimo e a rivederlo adesso è proprio ripido ed infido, alle 12:50 siamo a Foce di Campolino e dopo cinque minuti sorpresa delle sorprese vediamo all'orizzonte un ragazzo... chi sarà? e lui appena mi vede sei del GEAF? abetone forum.. goken? ed io stupito, perchè non pensavo di trovarlo, mi presento e da qui proseguiamo tutti e tre l'escursione fino al sestaione! La fame si fa sentire ma piuttosto è il caldo e la mia fronte che ha bisogno di un luogo fresco e difatti in poco tempo raggiungiamo con il sentiero alto il Bivacco del Lago Nero e troviamo diverse persone che salgono e scendono (per fortuna esistono ancora persone che amano la montagna come noi), dopo diverse soste per farci delle foto ad un laghetto e al Posto dei Mori, dove si intravede l'Orrido di Botri.. alle 14:15 arriviamo al Lago Nero, qui facciamo un bel riposino, il grande Mone ci offre pane, formaggio e buon vino e tra una chiacchera e l'altra con il responsabile del bivacco e il tempo per fare qualche altra foto anche ai tritoni che vivono nel lago, si riparte alle 16:00, il primo tratto lo facciamo con altre persone incontrate al rifugio e poi prendiamo il via giù come le sassate verso l'Orto botanico e alle 16:40 siamo arrivati alla macchina di Simone (Mone) che ci da un comodo passaggio fino a Pian di Novello dove avevamo iniziato l'escursione! Giornata strepitosa e gente fantastica, non vedo l'ora di riorganizzare un bel trekking di più giorni ! Rigrazio i due Simoni alla prossima Condividi


Ricomincia