28 Novembre 2009 - Escursione fantastica in un'ambiente eccezionale calpestando le prime nevicate della stagione, insieme a Simone iniziamo l'escursione alle ore 7:10 dal parcheggione dell'Orto Botanico, poco sopra Pian di Novello (PT) nella magnifica Valle del Sestaione... la partenza alle prime luci dell'alba è sempre bella e regala emozioni uniche, decidiamo di risalire la ex pista da sci di Campolino chiamata la Rossa, appena poche centinaia di metri di dislivello e la neve fa capolino, bellissimo l'ambiente circostante con gli ultimi ciuffi d'erba e vegetazione che lottano per rimanere sopra la neve. Bellissimo il panorama quando arriviamo sui camponi di Campolino, intorno a noi una distesa bianca con il cielo che gioca con le nuvole, qua sei solo te e la natura e le devi solo un gran rispetto... anche se non sono le Alpi le Apuane o le Dolomiti, anche qui valgono le solite regole dettate dalla natura!!!! Fantastico, facciamo diverse soste per contemplare lo spettacolo che questi posti ci regalano... facciamo il sentiero di crinale e poi scendiamo alla Foce di Campolino, dove un tenpo arrivavano gli impianti da sci, ormai un ricordo, da qui prendiamo il sentiero che taglia alto a "mezza costa" per poi arrivare al Lago Nero, qua ci fermiamo per fare un bel pranzetto sono le ore 11:30, vista l'ora invece di scendere alla macchina, decidiamo di allungare decisamente l'escursione e perciò puntiamo diritti all'Alpe delle Tre Potenze 1940m, non saliamo diritti, ma facciamo il sentiero che si affaccia sulla Val di Luce, dopo una bella faticata per arrivare in cima vista anche la neve che ad una certa quota iniziava ad essere duretta quasi da ramponi! Siamo in vetta, personalmente non avevo mai messo piedi sull'Alpe delle Tre Potenze... bella bella bella 1940 m di spettacolo, il Lago Nero visto dall'alto è piccolo, tutto intorno si vede il Cusna il Prado il Cimone il Monte Gomito e dalla parte mare?... nebbia nuvoloni in avvicinamento, perciò tempo per fare delle belle foto e visto il meteo torniamo sui nostri passi, ripassiamo al Lago Nero e di li scendiamo per il classico sentiero che scende al parcheggio dell?Orto Botanico dell'Abetone o meglio di Pian di Novello. che dire di più.... un grazie al compagno di escursione... queste sono giornate che mi ripagano della fatica e da ricordare per sempre.. si portano nel cuore!!! 10+ Condividi


Ricomincia